Pregare la Parola

CRISTO RE . domenica 20 novembre

Luca 23,35-43

Gesù gli rispose: “In verità io ti dico, oggi sarai con me nel paradiso” (v.43).

 

La dimensione e l’impostazione con cui Dio giudica la nostra felicità e la nostra grandezza, spesso è all’opposto degli uomini. Gesù stava morendo sulla croce, che aveva voluto per redimerci e dimostrarci il suo amore, e le creature umane lo consideravano fallito e vinto dalla forza umana; Dio invece, mentre Gesù stava morendo, iniziava la sua trionfale vittoria su tutte le forze della terra e con la risurrezione vinceva la nostra morte e ci apriva le porte della vita eterna.

Al mondo può succedere tutto, l’unica cosa importante è stare uniti a Dio onnipotente che ha sempre difeso e premiato i suoi figli fedeli con la vita che non avrà più fine e con la più esaltante realizzazione della loro persona.

 

Preghiera

O Dio Padre, che ci hai chiamati a regnare con te nella giustizia e nell’amore, liberaci dal potere delle tenebre; fa’ che camminiamo sulle orme del tuo Figlio, e come lui doniamo la nostra vita per amore dei fratelli, certi di condividere la sua gloria in paradiso.

Il punto

20 ANNI di CAMMINO INSIEME

2002 - 13 ottobre - 2022
 
Non è una data che si imprime nella memoria ma è lo stesso una data importante per Abbazia e Borghetto.

Il 13 ottobre 2002 fece il suo ingresso come parroco don Lino Bertollo...

Leggi tutto...

L'ARCIVESCOVO di MILANO sul caso della MESSA celebrata in mare

Mons. Delpini ha deciso di affidare al portale diocesano una dichiarazione in merito alla vicenda che ha visto protagonista in Calabria un sacerdote ambrosiano e alle polemiche che ne sono seguite.

Leggi tutto...

SUICIDIO ASSISTITO

È con una lettera al parroco di Spinea e, attraverso di lui, alle parrocchie della città e alla diocesi tutta, che il nostro Vescovo, interviene sul recente caso di suicidio assistito di una donna di Spinea, Elena. Parole che invitano alla preghiera, alla vicinanza e all’alleanza nel sistema della cura.

Leggi tutto...

& Avvisi

CAMBIO del SUONO della CAMPANA “DA MORTO”

Nelle nostre comunità, l’annuncio del trapasso di un fratello o sorella nella fede, è dato con il suono della campana “a distesa” (tre volte per gli uomini, due volte per le donne).

Leggi tutto...