Pregare la Parola

XVII DOMENICA "PER ANNUM" . 25 luglio

Giovanni 6, 1-15

Gli disse Andrea, fratello di Simon Pietro: “C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?” (vv. 8-9).

 

Anche la gente più diversa si commuove al vedere la moltiplicazione dei pani e dei pesci e tenterebbe di farlo Re. Per questo, credere in Gesù non è solo un dovere per il nostro bene, ma è il più grande guadagno che possiamo fare sulla terra. Ecco perché i Santi non sono solo intelligenti, ma vogliono bene a se stessi, alla loro vita, perché sanno mettere le cose a posto e mettono ordine nelle proprie idee collocando Gesù, Dio, al primo posto. Con Lui non ci mancherà più nulla e avremo trovato la fonte infinita della vita e della felicità. C’è forse qualcosa o qualcuno al mondo che possa fare altrettanto? Allora non perdiamo tempo. Gesù accetta, anzi, desidera di essere il Re della nostra vita e mette a nostra disposizione la sua onnipotenza ed il suo amore infinito ed eterno.

 

Preghiera

O Padre, che nella Pasqua domenicale ci chiami a condividere il pane vivo disceso dal cielo, aiutaci a spezzare nella carità di Cristo anche il pane terreno, perché sia saziata ogni fame del corpo e dello spirito.

Il punto

SCUOLA dell'INFANZIA... SI CAMBIA!

 

31 agosto 2020, ore 23.45

 

Ci sono dei momenti in cui fare una scelta costa, ne senti tutto il peso sulle spalle e sul cuore.

Questa sera ho fatto un ultimo giro nelle stanze “da legale rappresentante”… da mezzanotte si cambia. 

Leggi tutto...

NEL TEMPO DEL CORONAVIRUS... NADA TE TURBE...

Carissimi Abatini e Borghettani,

la situazione è una continua novità a tal punto che non è possibile fare programmazioni a medio e lungo termine; men che meno fare progetti.

Neanche il parroco è in grado di fare previsioni e le decisioni su cosa fare possono essere prese solo all’ultimo momento. Tutti abbiamo voglia di tornare alla “normalità” e riprendere le abitudini di vita ma ciò, al momento, non è possibile.

Leggi tutto...

SIAMO PERSEGUITATI, MA NON ABBANDONATI

Noi preti in servizio pastorale presso le parrocchie della Collaborazione Pastorale dell’Alta Padovana, in seguito alle gravi e infamanti accuse rivolte a don Livio Buso e a don Paolo Carnio, in nome della carità che non può dirsi tale se non accompagnata dalla verità, in comunione con il nostro Vescovo e l’intera Diocesi, ci sentiamo in dovere di esprimere la nostra più completa fiducia e stima sia nei confronti della istituzione del Seminario diocesano con i suoi educatori e insegnanti, quelli che hanno operato in passato e gli attuali, sia dei sacerdoti accusati.

Leggi tutto...

& Avvisi

S. MESSA in onore di SAN ROCCO

Lunedì 16 agosto 2021, alle 9.30, alla chiesa di S. Massimo, con la tradizionale benedizione del pane che sarà consegnato alla fine da volontari addetti rispettando le norme di sicurezza sanitaria.

In caso di maltempo sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di Borghetto.

SS. MESSE nei CIMITERI

A Borghetto, lunedì 9 agosto 2021, alle 9.00.

Ad Abbazia Pisani, giovedì 12 agosto 2021, alle 19.00.

In caso di maltempo saranno celebrate nelle rispettive chiese parrocchiali.

DANILO CERON è tornato alla Casa del Padre

di anni 71.

Il Santo Rosario sarà pregato domenica 18 luglio 2021, alle 20.00, in chiesa ad Abbazia Pisani.

Le Esequie saranno celebrate lunedì 19 luglio, alle 15.30, in chiesa ad Abbazia Pisani.

 

Le Ss. Messe di suffragio saranno celebrate domenica 25 luglio e domenica 15 agosto, alle 8.00, ad Abbazia Pisani.

 

 Esprimiamo le più sentite cristiane condoglianze ai famigliari.

CAMBIO del SUONO della CAMPANA “DA MORTO”

Nelle nostre comunità, l’annuncio del trapasso di un fratello o sorella nella fede, è dato con il suono della campana “a distesa” (tre volte per gli uomini, due volte per le donne).

Valutando lo stato di usura della campana granda (con la quale non solo si dava tale annuncio ma si suonano anche l’Ave Maria del mattino e della sera, l’Angelus a mezzogiorno e l’annuncio della festa e delle ss. Messe festive) di fatto è la più usata per cui si è valutato di diminuirne la frequenza di utilizzo utilizzando la campana 2, la grave, più adatta per dare l’annuncio del decesso, con le medesime modalità.

Il cambio è già stato effettuato ad Abbazia e, a breve, sarà fatto anche a Borghetto.

MEMORIA VITTIME ECCIDIO 29 APRILE

Da alcuni anni, allontanandosi sempre più nel tempo l’evento, ci si è interrogati su come mantenere viva nelle nuove generazioni la corretta memoria di tutto ciò che è accaduto, in modo da sensibilizzarle ed educarle ad una buona pratica della pace, della solidarietà e della fraternità. Ci si è orientati di provvedere come Parrocchia di Abbazia Pisani al ricordo con il suono della campana. Sono stati informati il Sindaco di Villa del Conte, che condivide il senso di tale iniziativa, e il dott. Menzato, presidente del Comitato Famigliari.

Il Vescovo di Treviso ha autorizzato ad Abbazia Pisani il suono di VENTUNO RINTOCCHI FUNEBRI - tanti quante furono le vittime abatine - il 29 APRILE di OGNI ANNO, alle ore 20.30, l’ora in cui suona l’Ave Maria che prelude all’ultima preghiera del giorno, momento in cui, secondo la spiritualità cristiana, si fa memoria di chi non c’è più. I rintocchi saranno distanziati l’uno dall’altro di 10 secondi e, terminati, suonerà la campana per un minuto.

Il Vescovo auspica che “…l’iniziativa possa ravvivare la speranza cristiana, favorire il senso comunitario ed ecclesiale, nonché l’aspirazione alla pace…”.