Pregare la Parola

DOMENICA della PASSIONE del SIGNORE - 5 aprile

SECONDA LETTURA. Filippesi 2,6-11

Cristo Gesù, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini. Dall’aspetto riconosciuto come uomo, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce. Per questo Dio lo esaltò e gli donò il nome che è al di sopra di ogni nome, perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra, e ogni lingua proclami: «Gesù Cristo è Signore!», a gloria di Dio Padre.

 

Questo è uno stupendo inno cristologico pre-paolino. Complesso nelle singole espressioni che lo costituiscono, può essere inteso a partire dal sostantivo «tesoro geloso», in greco harpagmós (v. 6), che letteralmente significa ‘oggetto di rapina’. Quale significato può avere l’affermazione: Cristo che è di condizione (morphè) divina, non considerò l’uguaglianza con Dio un oggetto di rapina? È qui sottinteso il paragone con Adamo, colui che non essendo in tale condizione volle rubarla. Paolo offre come esempio alla comunità di Filippi il nuovo Adamo, cioè Cristo. Costui accetta di riscattare, mediante l’umiltà e l’obbedienza fino alla morte più obbrobriosa, la superba disobbedienza del primo Adamo, a causa della quale tutto il genere umano precipitò nel peccato e nella morte (cfr. Rm 5,18-19). Cristo svuotò se stesso e assunse la condizione servile, che è la nostra (v. 7), fino all’estremo limite. Al suo volontario abbassamento risponde l’azione di Dio (vv. 9- 11) che non solo «lo ha esaltato», ma ‘sovraesaltato’. Tutto l’universo ormai è chiamato a proclamare che Gesù Cristo è Kýrios, Signore, cioè Dio, e questa confessione è a gloria del Padre. 

Il punto

NEL TEMPO DEL CORONAVIRUS... NADA TE TURBE...

Carissimi Abatini e Borghettani,

la situazione è una continua novità a tal punto che non è possibile fare programmazioni a medio e lungo termine; men che meno fare progetti.

Neanche il parroco è in grado di fare previsioni e le decisioni su cosa fare possono essere prese solo all’ultimo momento. Tutti abbiamo voglia di tornare alla “normalità” e riprendere le abitudini di vita ma ciò, al momento, non è possibile.

Leggi tutto...

SIAMO PERSEGUITATI, MA NON ABBANDONATI

Noi preti in servizio pastorale presso le parrocchie della Collaborazione Pastorale dell’Alta Padovana, in seguito alle gravi e infamanti accuse rivolte a don Livio Buso e a don Paolo Carnio, in nome della carità che non può dirsi tale se non accompagnata dalla verità, in comunione con il nostro Vescovo e l’intera Diocesi, ci sentiamo in dovere di esprimere la nostra più completa fiducia e stima sia nei confronti della istituzione del Seminario diocesano con i suoi educatori e insegnanti, quelli che hanno operato in passato e gli attuali, sia dei sacerdoti accusati.

Leggi tutto...

MA DI QUALE SEMINARIO STIAMO PARLANDO?

Le cronache di questi giorni provocano in noi ex-alunni del Seminario un grande dolore.

L’esperienza formativa che noi, firmatari di questa lettera, abbiamo vissuto nel Seminario diocesano, a stretto contatto con gli stessi educatori di cui si parla, è stata caratterizzata da profondo rispetto: ci sentiamo pertanto in dovere di testimoniare che esiste un’altra storia.

Leggi tutto...

& Avvisi

BENVENUTO!

Il 30 marzo è nato MICHELE!

Congratulazioni a mamma Elisa e papà Damiano!

BENVENUTA!

Il 25 marzo è nata GIOIA!

Congratulazioni a mamma Arianna e papà Misel!

PRIMA CONFESSIONE del 15 marzo SOSPESA

A data da destinarsi.

COMUNIONE ai MALATI sospesa

E' sospesa fino a data da destinarsi.

SS. MESSE dal 24 febbraio soppresse

Le ufficiature iscritte saranno recuperate più avanti, a situazione normalizzata.

ASSEMBLEA PASTORALE del 1° marzo SOSPESA

A data da destinarsi.

EDIFICI PARROCCHIALI chiusi

Sono sospese tutte le attività.

CRESIME del 29 febbraio SOSPESE

A data da destinarsi.

BATTESIMI del 1° marzo SOSPESI

A data da destinarsi.

CATECHESI di INIZIAZIONE CRISTIANA - le date

Scarica il PDF con tutte le date per l'anno pastorale 2019-2020

SACRAMENTI 2020 - le date

Scarica il PDF con tutte le date.

SS. MESSE serali del MARTEDÌ e GIOVEDÌ

Dal 28 ottobre, con il cambio dell’ora, vengono anticipate alle 18.30.