Benvenuti nel nostro sito! Qui troverete informazioni utili per il cammino di fede ma anche curiosità e storia. Ci auguriamo che questo strumento vi possa essere utile per sentirvi un po' più parte della nostra famiglia! Buona navigazione!

Pregare la Parola

XXIII DOMENICA del TEMPO ORDINARIO . 15 settembre

SECONDA LETTURA. 1Timoteo 1,12-17

Figlio mio, rendo grazie a colui che mi ha reso forte, Cristo Gesù Signore nostro, perché mi ha giudicato degno di fiducia mettendo al suo servizio me, che prima ero un bestemmiatore, un persecutore e un violento. Ma mi è stata usata misericordia, perché agivo per ignoranza, lontano dalla fede, e così la grazia del Signore nostro ha sovrabbondato insieme alla fede e alla carità che è in Cristo Gesù. Questa parola è degna di fede e di essere accolta da tutti: Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, il primo dei quali sono io. Ma appunto per questo ho ottenuto misericordia, perché Cristo Gesù ha voluto in me, per primo, dimostrare tutta quanta la sua magnanimità, e io fossi di esempio a quelli che avrebbero creduto in lui per avere la vita eterna. Al Re dei secoli, incorruttibile, invisibile e unico Dio, onore e gloria nei secoli dei secoli. Amen.

 

Anche questo secondo testo delle letture di oggi parla della misericordia di Dio. La misericordia è il volto più espressivo e originale di Dio. Il tratto che lo caratterizza meglio. Paolo cerca addirittura di velare la sua personalità perché possa apparire in lui più chiaramente soltanto il dono della misericordia divina. Non vuole ritenere nulla per sé che non richiami unicamente la condiscendenza senza limiti dell’amore di Dio verso l’uomo. Desidera di presentarsi solo come un puro prodotto della misericordia divina. Due volte diceva di aver trovato misericordia a ciò “a esempio avrebbero creduto in lui” (v.16). E per mettere ancor più in risalto la misericordia di Dio, Paolo si mette all’ultimo posto, tra i peccatori. Chiama se stesso “il primo dei peccatori” (v. 15) perché possa apparire in lui tutta “la sua magnanimità” (v. 16), in modo da diventare l’espressione più chiara della misericordia infinita di Dio. Paolo si sente preso da Dio; svestito, nudo, finalmente libero, per essere sommerso fino in fondo nell’oceano dell’amore. Quanto più Paolo s sottomette all’azione di Dio, tanto più di Dio lo tiene stretto a sé e non lo scioglie prima di averlo trasformato, deificato fino a che non sia divenuto lui stesso misericordia.

Il punto

MICHELE TOMASI è il nuovo VESCOVO di TREVISO

Il Santo Padre FRANCESCO ha accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Treviso, presentata da S.E. Mons. Gianfranco Agostino Gardin, O.F.M. Conv. e ha nominato

VESCOVO della DIOCESI di TREVISO

il Rev.do Mons.

MICHELE TOMASI

del clero della diocesi di Bolzano-Bressanone, finora Rettore del Seminario Diocesano e Vicario Episcopale per il Clero.

È nato a Bolzano, il 9 luglio 1965. Dopo il Liceo Classico, ha frequentato la Bocconi di Milano, dove si è laureato. Nel 1992 ha deciso di entrare in Seminario nella diocesi di Bolzano-Bressanone.

Ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale il 28 giugno 1998.

Dal 1998 al 2001 è stato Cooperatore parrocchiale a Santo Spirito in Merano; dal 2001 al 2006 Parroco a Santo Spirito in Merano, dal 2006 al 2010 è stato Responsabile per la pastorale in lingua italiana del decanato di Vipiteno; dal 2000 è Docente presso lo Studio Teologico Accademico di Bressanone; dal 2005 al 2008 Assistente ACLI; dal 2007 al 2008 Consulente ecclesiastico U.C.I.D. (Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti d’Azienda); dal 2010 è Rettore del Seminario Maggiore e Responsabile diocesano per la Pastorale Vocazionale e dal 2011 è Canonico della Cattedrale di Bressanone. È stato anche Vicario Generale dal 2012 al 2016; dal 2016 è Vicario Episcopale per il Clero; dal 2017 ha il Dottorato in Etica Sociale all’Università di Innsbruck e dal 2018 è Assistente Ecclesiastico dell’Associazione “La strada – Der Weg”.

L’ordinazione episcopale avrà luogo sabato 14 settembre, alle 12.00, nella Cattedrale di Bressanone (BZ) e l’ingresso in diocesi di Treviso, domenica 6 ottobre, nel pomeriggio.

BUONA PASQUA

Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture è stato sepolto è stato risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture è apparso a Pietro, quindi ai Dodici.

 

Che un morto ritorni a vivere, nel contesto biblico, non è una novità assoluta; ma non è questo che si vuole intendere con la resurrezione di Gesù, bensì il suo passaggio ad una forma di esistenza che ha lasciato la morte dietro di sé una volta per sempre (Rm 6,10) e quindi supera anche una volta per tutte, in Dio, i confini di questo mondo. La resurrezione è un evento senza corrispondenza alcuna nella storia. Questo avvenimento supera in maniera unica tutto il nostro mondo di vita e di morte, per aprirci, attraverso questa rottura, una nuova strada verso la vita eterna di Dio (H. U. von Balthasar).

 

La Pasqua ci ricorda l’amore che Dio ci ha donato. Nessuna distanza e niente nel creato potrà separarci dall’amore di Dio. Auguri, allora, perché ognuno di voi possa sentire la Sua onnipotente presenza in ogni momento della sua vita.

Buon cammino nella luce del risorto!

 don Giuseppe e don Diego

MESSAGGIO del SANTO PADRE per la QUARESIMA 2019

«L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio» (Rm 8,19)

 

Cari fratelli e sorelle,

ogni anno, mediante la Madre Chiesa, Dio «dona ai suoi fedeli di prepararsi con gioia, purificati nello spirito, alla celebrazione della Pasqua, perché...

Leggi tutto...

& Avvisi

BENVENUTO!

Il 5 settembre è nato TOMMASO!

Congratulazioni a mamma Ambra e papà Nicola!

BENVENUTI!

Il 2 agosto sono nati FILIPPO e CECILIA!
Congratulazioni a mamma Enrica e papà Alessandro.

S. MESSA di INIZIO ANNO SCOLASTICO 2019-2020

Domenica 15 settembre, alle 11.00, ad Abbazia Pisani.

S. MESSA in via VITTORIO VENETO

Nella memoria della Beata Vergine Addolarata la cui immagine si venera nel capitello.

Sarà celebrata giovedì 12 settembre, alle 20.00.

PRANZO dell'AMICIZIA abatin-borghettana

Occasione per stare insieme e fraternizzare fra le due parrocchie di Borghetto ed Abbazia, è programmato per domenica 15 settembre, alle 12.15, presso la Corte Benedettina di Abbazia.

GIUBILEI di MATRIMONIO a BORGHETTO

DOMENICA 8 SETTEMBRE, alla s. Messa delle 9.30.

Iscrizioni entro domenica 19 agosto.

GR.EST. dal 26 al 30 agosto: aperte le iscrizioni!

Per tutti i bambini dalla 1a elementare (fatta) alla 3a media svolta. Sono in distribuzione i volantini e i manifesti. Le iscrizioni, fuori dalle chiese di Borghetto ed Abbazia Pisani, saranno: nei sabati 27 luglio, 3-10-17 agosto dopo la messa delle 18:00 a Borghetto e delle 19:30 ad Abbazia e nelle domeniche 28 luglio, 4-11-18 agosto dopo la messa delle 9:30 a Borghetto e delle 11:00 ad Abbazia.

ITINERARIO di PREPARAZIONE al MATRIMONIO

Invitiamo i fidanzati a prendere visione dei cinque percorsi che vengono proposti nel nostro vicariato. È auspicabile che l’itinerario sia vissuto con calma e senza l’assillo della data già fissata perché è l’occasione per gettare seriamente le basi del matrimonio cristiano.

Leggi tutto...

ITINERARIO di PREPARAZIONE al BATTESIMO del FIGLIO

Giovedì 3 - 10 e 17 ottobre, alle 20.30, ad Abbazia.

È l’ultima data utile per chi vuole battezzare il 3 novembre o a gennaio 2020.