Pregare la Parola

II DOMENICA di AVVENTO . 9 dicembre

SECONDA LETTURA: Filippesi 1,4-6.8-11

Fratelli, prego sempre con gioia per voi in ogni mia preghiera, a motivo della vostra cooperazione alla diffusione del vangelo dal primo giorno fino al presente, e sono persuaso che colui che ha iniziato in voi quest’opera buona la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù.

Dio mi è testimone del profondo affetto che ho per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù. E perciò prego che la vostra carità si arricchisca sempre più in conoscenza e in ogni genere di discernimento, perché possiate distinguere sempre il meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo, ricolmi di quei frutti di giustizia che si ottengono per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.

 

È la pagina di apertura della lettera ai Filippesi. Colpisce il tono affettuoso di Paolo, espressione della sua sollecitudine pastorale. Il tema che domina il brano è il progresso dei cristiani di Filippi. Per due volte si fa parola del “giorno di Cristo Gesù” (vv. 6 e 10), segno che questa attesa è ben viva nelle prime comunità. Tale attesa diventa stimolo all’impegno, perché il tempo presente è il tempo in cui il cristiano può “crescere”, aspettando l’incontro ultimo con lui.

Quanto poi alla crescita, Paolo ricorda anzitutto che Dio stesso la renderà possibile e la porterà a compimento (v. 6). Si tratta soprattutto di una crescita della “carità”, che a sua volta comporta un approfondimento della “conoscenza”, un affinamento della capacità di discernimento, la tensione costante verso il meglio, la trasparenza e l’integrità dei costumi: “Perciò prego che la vostra carità si arricchisca sempre più in conoscenza e in ogni genere di discernimento” (v. 9).

Scopo ultimo di tutta questa grande tensione spirituale del cristiano rimane per Paolo “la gloria e la lode di Dio” (v. 11).    

Il punto

3 novembre 1918. Firma dell’armistizio fra Italia e Austria Ungheria. Deo Gratias.

L'annotazione del curato di Abbazia don Giovanni Battista Torresan, in calce all’atto di morte del piccolo Davide Conte (fratello di padre Vito), nella sua brevità ci comunica i sentimenti che vissero i nostri antenati durante quei tremendi anni che passarono fra speranza e sconforto, fra dolore e compassione.

Leggi tutto...

LA SCELTA del PADRINO o MADRINA

La questione dei padrini o madrine nei sacramenti del battesimo e della cresima interseca diverse dimensioni.

A far discutere di più e senz'altro il nodo dell'idoneità della persona scelta dalla famiglia per affiancare nel cammino di crescita cristiana il proprio figlio o figlia.

Leggi tutto...

SPOSI nel SIGNORE. Indicazioni per vivere cristianamente il proprio matrimonio

Da tempo si avvertiva l'esigenza di darsi, come parrocchie della Collaborazione Pastorale dell'Alta Padovana, delle linee comuni circa la preparazione e celebrazione dei matrimoni.

Leggi tutto...

& Avvisi

GRAZIELLA MARCON è tornata alla Casa del Padre

di anni 66, moglie di Oscar Rettore.

Il S. Rosario sarà pregato giovedì 13 dicembre, alle 20.00, in chiesa ad Abbazia Pisani.

I funerali saranno celebrati venerdì 14 dicembre, alle 15.00, ad Abbazia Pisani.

Ai famigliari le più sincere e cristiane condoglianze.

BENVENUTO!

L'1 dicembre è nato SAMUELE!

Congratulazioni a mamma Sara e papà Riccardo!

BENVENUTA!

Il 30 novembre è nata SOFIA!

Congratulazioni a mamma Antonella e papà Matteo!

BENVENUTO!

Il 28 novembre è nato THIAGO!

Congratulazioni a mamma Selenia e papà Alex!

BENVENUTO!

Il 25 novembre è nato RICCARDO!

Congratulazioni a mamma Anna e papà Massimo!

BENVENUTO!

Il 15 novembre è nato ETTORE!

Congratulazioni a mamma Arianna e papà Cristian!