Pregare la Parola

XV DOMENICA "PER ANNUM" . 12 luglio

SECONDA LETTURA. Rm 8,18-23

Fratelli, ritengo che le sofferenze del tempo presente non siano paragonabili alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi. L’ardente aspettativa della creazione, infatti, è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio. La creazione infatti è stata sottomessa alla caducità - non per suo volere, ma per volere di colui che l'ha sottomessa - e nutre la speranza di essere lei pure liberata dalla schiavitù della corruzione, per entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio. Sappiamo infatti che tutta la creazione geme e soffre fino ad oggi nelle doglie del parto. Non solo, ma anche noi, che possediamo le primizie dello Spirito, gemiamo interiormente aspettando l'adozione a figli, la redenzione del nostro corpo.

 

Il cristiano è liberato dalla schiavitù del peccato e della morte e dal giogo della legge – impotente a salvare – per vivere guidato dallo Spirito, come figlio d Dio (8,1-5.14). La sofferenza non contraddice questa realtà e non può offuscarne lo splendore: diviene anzi mezzo per una effettiva e necessaria partecipazione al mistero pasquale di Cristo (v. 17). Esso è il centro, la chiave di tutta la vicenda umana e perfino cosmica. Infatti, il dolore è retaggio del peccato, conseguenza della maledizione che esso porta con sé (Gen 3,14-19); l’uomo, a cui Dio aveva affidato il creato “perché lo coltivasse e lo costudisse” (Gen 2,15), lo ha invece trascinato con sé nell’asservimento al maligno (v. 21). Ma la Pasqua di Cristo innalza l’uomo oltre l’antico splendore della condivisione originaria, lo orienta verso una gloria futura incomparabile, trasforma “le sofferenze del momento presente” in strumento di redenzione (v. 8). E quando questa redenzione sarà compiuta, anche il cosmo sarà trasfigurato (vv. 19-21). Il tempo presente è dunque un lungo, sofferto travaglio di parto che riguarda ogni creatura, ma il gemito che lo accompagna si muterà in canto di gioia quando entreremo “nella libertà della gloria dei figli di Dio” (v. 21).

Il punto

NEL TEMPO DEL CORONAVIRUS... NADA TE TURBE...

Carissimi Abatini e Borghettani,

la situazione è una continua novità a tal punto che non è possibile fare programmazioni a medio e lungo termine; men che meno fare progetti.

Neanche il parroco è in grado di fare previsioni e le decisioni su cosa fare possono essere prese solo all’ultimo momento. Tutti abbiamo voglia di tornare alla “normalità” e riprendere le abitudini di vita ma ciò, al momento, non è possibile.

Leggi tutto...

SIAMO PERSEGUITATI, MA NON ABBANDONATI

Noi preti in servizio pastorale presso le parrocchie della Collaborazione Pastorale dell’Alta Padovana, in seguito alle gravi e infamanti accuse rivolte a don Livio Buso e a don Paolo Carnio, in nome della carità che non può dirsi tale se non accompagnata dalla verità, in comunione con il nostro Vescovo e l’intera Diocesi, ci sentiamo in dovere di esprimere la nostra più completa fiducia e stima sia nei confronti della istituzione del Seminario diocesano con i suoi educatori e insegnanti, quelli che hanno operato in passato e gli attuali, sia dei sacerdoti accusati.

Leggi tutto...

MA DI QUALE SEMINARIO STIAMO PARLANDO?

Le cronache di questi giorni provocano in noi ex-alunni del Seminario un grande dolore.

L’esperienza formativa che noi, firmatari di questa lettera, abbiamo vissuto nel Seminario diocesano, a stretto contatto con gli stessi educatori di cui si parla, è stata caratterizzata da profondo rispetto: ci sentiamo pertanto in dovere di testimoniare che esiste un’altra storia.

Leggi tutto...

& Avvisi

BENVENUTA!

Il 15 luglio è nata ELISABETTA!

Congratulazioni a mamma Paola e papà Diego!

S. MESSA per LIDIA ZOCCARATO ved. DE BIASI

mancata il 6 aprile scorso durante la quarantena, sarà celebrata sabato 1 agosto, alle 18.00, nella chiesa di Borghetto.

S. MESSA per RITA CACCARO in SQUIZZATO

mancata il 13 marzo scorso durante la quarantena, sarà celebrata domenica 26 luglio, alle 9.30, nella chiesa di Borghetto.

S. MESSA per DORINA FRASSON ved. PINTON

mancata il 15 aprile scorso durante la quarantena, sarà celebrata sabato 18 luglio, alle 18.00, nella chiesa di Borghetto.

SS. MESSE nei CIMITERI

BORGHETTO, lunedì 13 luglio, alle 9.00.

ABBAZIA PISANI, giovedì 16 luglio, alle 19.00.

In caso di maltempo, saranno celebrate nelle rispettive chiese.