DON BRUNO ENTRA IN CASA DEL CLERO

a cura di don Giuseppe

Carissimi Parrocchiani,

la notizia sta cominciando a circolare: DON BRUNO BARBIERO, già parroco di Abbazia Pisani (dal 1967 al 2002), lunedì ha chiesto di essere accolto in Casa del Clero a Treviso.

Per tutti è stato il classico “fulmine a ciel sereno” perché nulla faceva presagire una simile decisione che – possiamo assicurare tutti - è stata completamente autonoma, cosciente e serena.

Una scelta anche responsabile visti gli acciacchi dei suoi quasi 94 anni che si stanno facendo sentire sempre di più e le esigenze aumentano. Don Bruno ha compreso che i signori Nillo e Mariuccia Frasson, presso i quali abitava da oltre trent'anni, non sono più in grado di garantirgli un'assistenza adeguata vista la loro altrettanto precaria salute.

Stiamo ultimando i preparativi e le valigie. L'ingresso in Casa del Clero sarà lunedì 14, al mattino. Sarò io stesso che lo accompagnerò con semplicità a quella che è la Casa di noi preti… sono i nostri “nonni” ai quali guardiamo con affetto e gratitudine.

Vi chiedo di attendere ulteriori informazioni per andarlo a trovare a Treviso primo per permettergli di ambientarsi e, secondo, per evitare di precipitarci tutti in questi primi mesi e poi…

Ho insistito per un momento “ufficiale” di saluto domenica 13 ma don Bruno non ha voluto nessun saluto e neanche domenica sarà in chiesa per sua scelta. Preferisce rimanere riguardato visto il gelo di questi giorni (non posso dargli torto).

MI HA CHIESTO DI SALUTARE TUTTI E DI ASSICURARE A TUTTI LA SUA CONTINUA PREGHIERA PER LE FAMIGLIE E LE SINGOLE PERSONE.

Chi volesse andare a salutarlo, lo può fare nel limite ragionevole degli orari… tenendo anche conto della situazione della signora Mariuccia e dello stesso don Bruno. Mi sento di chiedere VISITE BREVI E SOBRIE per permettere a tutti di vederlo.

Ringrazio i signori Nillo e Mariuccia per essersi presi cura di lui e chi si è attivato nell’emergenza di questi giorni, in particolare le signore Adriana Bertato ed Elisa Menzato che lo hanno accudito con tanta disponibilità.

Preghiamo per lui perché si trovi bene nella sua nuova dimora e continui ad avere quella ammirevole pazienza e fiducia che sta dimostrando in questi giorni.

Preghiamo per Nillo che possa rimettersi presto in piedi con la serenità che è stato fatto il passo giusto per tutti.

Non so cosa altro dirvi se non che per Abbazia è un vero e proprio evento… si chiude una pagina durata cinquantuno anni e dovremo un po’ alla volta fare i conti con questa novità che un po’ stringe il cuore…
Pace a tutti!

don Giuseppe

Torna indietro